Attività Soccorso in Acqua 2017-07-19T15:55:18+00:00

Project Description

ATTIVITA’ SOCCORSO IN ACQUA

Attività di Soccorso in Acqua- O.P.S.A. (Operatori Polivalenti Salvataggio in Acqua). Tale attività viene regolarmente svolta dagli OPSA CRI, Volontari che, dopo un adeguato percorso e il superamento di un apposito esame, ottengono il brevetto.

Il servizio “Spiagge Sicure“, in essere ormai dal 1997 con il Comune di Bardolino, prevede durante i fine settimana estivi (dal venerdì sera al lunedì mattina) una reperibilità notturna dell’equipaggio e la presenza in navigazione, nel tratto di spiaggia da Lazise a Garda, durante i giorni di sabato e domenica.

L’equipaggio è in diretto contatto con la centrale operativa del 118 Verona Emergenza per richieste di soccorso prettamente sanitarie e rientra nel sistema di soccorso più generale del Lago, essendo in comunicazione costante e collaborando fattivamente da anni con gli altri enti istituzionali operanti sul Lago. (Guardia Costiera, CC, Polizia, VVFF).

Unico mezzo sanitario sul Lago di Garda nella sponda veronese, l’attività svolta dai Volontari CRI è sicuramente di prezioso aiuto al sistema di soccorso sul lago.

Importante inoltre l’attività di prevenzione del personale CRI : sono stati infatti decine gli interventi per ricordare a naviganti e bagnanti il rispetto delle regole della navigazione e di sicurezza in acqua poste a tutela della pubblica incolumità, per invitare al rientro a terra in previsione di temporali o per invitare i conducenti delle imbarcazioni a procedere a velocità moderata ed evitare così abbordi o incidenti.

Oltre al servizio per il Comune di Bardolino, l’Idroambulanza viene molto spesso richiesta anche per servizi di assistenza alle manifestazioni sportive e ricreative. Gli OPSA sono spesso impegnati durante regate veliche, gare di canoa e varie altre competizioni.

Possiamo ricordare l’importante assistenza che, ormai da anni, la squadra nautica effettua a Riva del Garda per l’assistenza ad una regata velica, dove ogni anno regatano più di 1.000 bambini tra gli 8 e i 14 anni e l’assistenza alla tappa italiana del Red Bull Cliff Diving World Tour svoltasi a Malcesine.

La Croce Rossa, e in particolare modo l’attività speciale OPSA, sta in questi anni cercando di migliorarsi sempre più e nello stesso tempo sta cercando di specializzarsi con moderne tecnologie per far fronte sempre alle nuove esigenze. E’ per questo che a breve sarà operativo in caso di necessità anche un veicolo filoguidato ROV (Remotely Operated Vehicles) in grado di trasmettere le immagini dal fondo in superficie e dotato di una pinza che permette di recuperare oggetti e di scandagliare i fondali per ricerche.